Il Maestro

Nel karate tradizionale l'arte e la conoscenza vengono trasmesse di generazione in generazione tramite il Maestro, che rappresenta una personalità carismatica e trasmette agli allievi la sua esperienza fisica, intellettuale ed emozionale. Il karate viene trasmesso esclusivamente da Maestro ad allievo; non ci sono altri mezzi di conoscenza, quindi in un dojo (luogo dove si pratica il karate) il Maestro è il riferimento per tutti gli allievi sia dal punto di vista tecnico che morale in quanto possiede l'esperienza, la conoscenza e la saggezza. Il rispetto e la riverenza che gli viene data dagli allievi, più che vera e propria sottomissione, è il segno di riconoscenza a colui che ha dedicato la propria vita alla ricerca della via (la via del karate) e alla sua trasmissione e rappresenta quindi la concretizzazione della via stessa. Per questo, tutti gli allievi che frequentano un dojo, sono improntati secondo il marchio del Maestro. Se il suo esempio e' forte e puro gli allievi saranno decisi e sicuri nell'intraprendere quella strada: la strada del continuo miglioramento e della ricerca individuale, la strada della sincerità e della correttezza, la strada della costanza e dell'umiltà, la strada del rispetto universale. Dunque chi pratica il karate capisce ben presto che la disciplina rigida nel dojo e la durezza del Maestro non portano altro che alla libertà di se stessi e soprattutto da se stessi e dal proprio ego.


Gichin Funakoshi

L'insegnante di Karate tradizionale

Le tradizioni, il codice etico ed il modello di comportamento del Budo, e quanto riguarda tutte le arti giapponesi, marziali ed altre, possono essere fatte risalire a molti secoli addietro. Uno degli aspetti più importanti di tale patrimonio è la figura del maestro e delle sue responsabilità.
Le responsabilità di un insegnante di karate sono paragonabili alla bussola, in quanto:

  • indirizza i suoi allievi nella giusta direzione
  • si guadagna il rispetto e la fiducia dei suoi allievi dando l'esempio del miglior carattere e comportamento possibili
  • attraverso un continuo sforzo autodidattico per migliorare il proprio livello tecnico, egli rimane sempre al di sopra dello sviluppo dei suoi allievi, mostrando ancora una volta la via
  • analizzando accuratamente le condizioni fisiche e mentali di ciascuno dei suoi allievi, egli è maggiormente in grado di guidarli in una direzione più favorevole al loro sviluppo.

Un istruttore, un allenatore o un maestro, con la sensibilità di una bussola, devono indicare a ciascuno il compito e la direzione per raggiungere i più alti livelli del karate tradizionale.

Il nostro sito utilizza cookie per capire come navighi il sito e fornirti un servizio ancora più personalizzato. Se acconsenti all'utilizzo dei cookie, procedi con la navigazione. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information